sfondo endy
Dicembre 2017
eventiesagre.it
Dicembre 2017
Numero Evento: 21018537
Da Visitare Visite Guidate
Itinerari Esoterici
Napoli Esoterica
Prossimi Appuntamenti
Date
Dal: 03/12/2017
Al: 30/12/2017
Dove:
Logo Comune
Campania - Italia
Contatti
Cell.: 3405365852
Cell.: 3317100447
Fonte
Antarecs Associazione Culturale
Scheda Evento
creativita-artigiana-2017-desk-300x250-ig
CARIRA-5X1-NAZ-DESK
Italcredi 15 giugno Nazionale

Napoli Esoterica

Prossimi Appuntamenti

Da Domenica 03 a Sabato 30 Dicembre 2017 - dalle ore 10:30 alle ore 13:00
Napoli (NA)

Napoli Esoterica - Napoli

DOMENICA 3 DICEMBRE  2017
IL CENTAURO E LA SIRENA. FUOCO, ACQUA, TERRA. ARIA. 

Da sempre venerati e temuti dall’uomo. Elementi potenti, forti che costituiscono l’essenza della materia ma nel contempo, creano e distruggono. “Fuoco”, elemento purificatore e vivificatore, racchiude in sé il principio della vita, che scaturisce dalla sua energia. “Aria”, energia vitale che respiriamo, senza la quale non ci sarebbe vita. “Acqua”, nasce dalla sorgente per poi divenire torrente, fiume fino a giungere nel mare, oltrepassando gli ostacoli che incontra lungo il suo tortuoso percorso, arrivando fino ad addentrarsi nelle viscere della terra. “Terra”, solida e rigogliosa, simboleggia la madre che accoglie la vita e la nutre nel suo grembo. Elementi che hanno fortemente caratterizzato le menti e l’agire delle antiche civiltà basti pensare, ai riti dedicati alle divinità egizie tra cui in particolare quella di Horus e Iside. Elementi che hanno occupato ampio spazio nelle dottrine esoteriche-filosofiche di Anassimene da Mileto, Empedocle, Socrate, Aristotele. Pertanto nel mondo antico queste essenze della natura erano considerate, l’energia e la forza degli Dei e si usava assoggettarle  a particolari simbologie, nonché personificarle in creature mitologiche appartenenti ad un mondo soprannaturale, insomma potremmo definire tale concetto come una sorta di primordiale surrealismo.

Un esempio tra i tanti? Beh il “Centauro” che nella Napoli ellenistica simboleggiava il Vesuvio spasimante della sirena Phartenope. Il fuoco e l’acqua che si incontrano ma nel corso della nostra passeggiata, non ci limiteremo a raccontare una sterile leggenda legata a questi due esseri della mitologia bensì ci addentreremo a spiegare, i vari concetti  esoterici  della scuola Aristotelica e Pitagorica e che caratterizzarono la società partenopea del tempo. E quale location più adatta ad illustrare, tutto ciò in questa passeggiata se non lungo il comprensorio che va dal borgo di Santa Lucia a castel dell’Ovo? Luoghi che videro il proliferare di queste antiche dottrine filosofiche e nel contempo il nascere del mito di Parthenope, Luoghi adagiati alle falde della sacra collina meglio conosciuto come monte Echia, sede di antichi e misteriosi culti ermetici di cui parleremo, la zona delle sacre acque. Ci soffermeremo sul rito del Sole e della Luna, praticato dagli Eubei sulla collina tufacea di Monte Echia e nelle cavee ad essa collegate. Riti attestati anche dai simboli impressi sul portale di ingresso della misteriosa Villa Ebe e di cui racconteremo la sua leggenda soffermandoci, davanti la struttura. Illustreremo inoltre i concetti pitagorico e ovviamente non potrà mancare, la tappa conclusiva a Castel dell’ Ovo con la storia del maniero e le leggende ad esso collegate ed il culto Genius Loeci.

Durata 2 h ½
Appuntamento ore 10:30 davanti chiesa di Santa Lucia a Mare in via Santa Lucia 3.

Contributo organizzativo:
€ 7 a persona

PRENOTAZIONE ENTRO E NON OLTRE IL 2 DICEMBRE  2017 CONTATTANDO ESCLUSIVAMENTE I SEGUENTI RECAPITI:
CELL 3405365852
WHATSAPP 3317100447

IN AMBEDUE I CASI FORNIRE UN PROPRIO RECAPITO DI CELL, NOMINATIVO ED IL NUMERO DI PARTECIPANTI.

L’EVENTO SI SVOLGERA’ CON LA PRESENZA MINIMA DI 10 PARTECIPANTI

A cura dell’associazione culturale Antarecs


SABATO 30 DICEMBRE 2017
LUMINA MENTIS: ESOTERISMO ED ALCHIMIA, ARCANI LUOGHI NELLA NAPOLI DEL ‘700

Napoli sin dalla sua fondazione è considerata, una metropoli magica dotata di un fascino particolare, detentrice e gelosa custode di millenari misteri e segreti le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Crocevia di popoli e crogiolo di dottrine e scienze ermetiche in un mix tra sacro e profano che un occhio attento può scorgere, attraverso simbolismi impressi su monumenti e portali del centro storico partenopeo. Dottrine e scienze che nel corso dei secoli hanno contribuito ad alimentare movimenti di pensiero e la costituzione di cenacoli filosofici raggiungendo l’apice, nel XVIII grazie alla diffusione dell’Illuminismo. Ebbene dunque, ci accingiamo ad affrontare un affascinante viaggio tra sacro, profano, riti esoterici, alchimia, massoneria nella Napoli del 700’ percorrendo quei luoghi che videro il proliferare dei principi illuministi e massonici. Ci addentreremo nella zona densa di storia e mistero considerata da secoli magica per eccellenza tra i decumani e cardini, chiese e palazzi punti di incontro tra illuminati e antiche sedi di cenacoli massonici nonché dimore di personaggi illustri dell’Illuminismo e massoneria del XVIII sec. quali: Cagliostro, Raimondo Di Sangro, Luigi D’Aquino, Domenico Cirillo, Goethe, Filangieri sui quali ampiamente ci soffermeremo.

Spiegheremo, la concezione Ippodamea di polis secondo la scuola ermetico-pitagorica dell’antica Neapolis. Il mistero dell’obelisco di Piazza San Domenico Maggiore ed il motivo della sua posizione. Il concetto della Camera Caritatis, chi era  Paracelso, cosa rappresenta il Caduceo. L’arcana architettura della Chiesa di San Domenico Maggiore con alcune enigmatiche simbologie racchiuse al suo interno. I tre punti energetici della cintura di Orione che interseca i decumani ed i monumenti ad essa associati. L’antico culto di Priapo ed il suo significato esoterico, statua del Corpo del Nilo ed il culto di Iside. Inoltre, grazie al volume "Esoterické podobnosti mezi Prahou a Neapolí". “Similitudini esoteriche tra Praga e Napoli” che abbiamo acquistato durante il nostro soggiorno-studio nella capitale boema, illustreremo anche con l’ausilio del tablet, la stretta similitudine che intercorre sotto alcuni aspetti urbanistici tra Napoli e la capitale della Boemia considerata la culla degli alchimisti ed in particolare tra Spaccanapoli e il Karlův most (Ponte Carlo). Spiegheremo il significato di Libera Muratoria ed i rapporti controversi ed ambigui che intercorrevano  a quel tempo tra Chiesa e Massoneria e su alcuni personaggi del clero settecentesco che ne fecero parte rivestendo un ruolo di spicco nella Rivoluzione Partenopea del 1799. Mostreremo inoltre il luogo dove è ubicato un antico plesso oggi  ridotto ad un  fatiscente rudere, ma che nel 700 fu importante loggia massonica retta per l’appunto da un ecclesiastico dell’epoca conosciuto negli ambienti con l’appellativo di Paracelso napoletano in quanto aveva perfezionato le conoscenze alchemiche nella città di Praga.

Durata tour 2 ore

App. ore 10:30 davanti pasticceria Scaturchio in piazza San Domenico Maggiore

Prenotzione obbligatoria entro e non oltre il 29/12/2017 contattando esclusivamente i seguenti recapiti

Cellulare 3405365852
Whatsapp 3317100447

In ambedue i casi rilasciare il proprio recapito di cell, nominativo, il numero di partecipanti e l’età per under 18

Durata tour 2 ore

Contributo organizzativo a persona: € 7
dai 14 ai 18 anni € 4,00

non adatto a coloro di età inferiore ai 14 anni

L’evento si svolgerà con la presenza minima di 15 partecipanti paganti

A cura dell’associazione culturale Antarecs



    News Evento

    Leggi anche


    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI NAPOLI
    Dove Dormire Dove Mangiare Drink & Coffee Shopping Vario
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2017-11-27 10:41:06
    Inserito da Simone Camilletti
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.