sfondo endy
Dicembre 2018
eventiesagre.it
Dicembre 2018
Numero Evento: 21026593
Da Visitare Musei
Eventi Corsi
Museo Cervi
Prossimi Corsi
Dove:
Dal: 11/12/2018
Al: 12/12/2018
Dove:
Logo Comune
Via Fratelli Cervi, 9
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Tel.: 0522 477050
Fonte
Istituto Cervi
Scheda Evento
Italcredi 15 giugno Nazionale
eventiesagre_merc_natale desk
eventiesagre-spettacoli-teatrali-in-italia

Museo Cervi

Prossimi Corsi

Da Martedì 11 a Mercoledì 12 Dicembre 2018 - dalle ore 15:00 alle ore 18:00
Museo Cervi - Via Fratelli Cervi, 9 - Gattatico (RE)

Museo Cervi - Gattatico

MUSEO CERVI
SALA GENOEFFA COCCONI

Martedì 11 e Mercoledì 12 Dicembre 2018
ore 15:00 - 18:00

Il giorno 15 novembre 1938 fu emanato il Regio Decreto n°1779 che raccolse in testo unico, con integrazioni, i provvedimenti già assunti contro gli ebrei nella scuola italiana (in particolare con il decreto del 5 settembre, n°1390).

Il Re, Vittorio Emanuele III, e il Capo del Governo, Benito Mussolini, cancellarono quanto era stato stabilito, 90 anni prima, nello Statuto Albertino per favorire l’emancipazione degli ebrei.

Le leggi del 1938 costrinsero la minoranza ebraica, che da secoli viveva in Italia, a vivere in una sorta di ghetto invisibile perché, dalla scuola al lavoro, la isolarono dal contesto sociale, culturale ed economico che gli ebrei, cittadini italiani di religione ebraica, avevano contribuito a sviluppare.

Le leggi razziste, approvate e applicate con incredibile velocità, suggellarono l'alleanza dell'Italia fascista con la Germania nazista, proprio alla vigilia dell'inizio del secondo conflitto mondiale.

A distanza di 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali, l'Istituto Cervi propone 2 pomeriggi di formazione, appuntamenti di riflessione per entrare nel vivo di un momento che ha segnato tragicamente la storia del Novecento.

Partendo da una ricognizione archivistica di fonti documentarie e visive, e attraverso testimonianze dirette, si intende dimostrare come, in ambito scolastico per esempio, la promulgazione delle leggi antiebraiche del 1938 fu una tappa di un percorso più ampio di fascistizzazione, per la formazione e il consolidamento di uno spirito razzista negli italiani.

Saranno proposte anche altre chiavi di lettura (cinema, musica, teatro) per l'indagine e l'interpretazione degli eventi storici: un'escursione nella storia per raccogliere quegli elementi necessari ad un parallelismo sul diritto di cittadinanza di ieri e di oggi.

Storie, memorie, confessioni religiose, identità, appartenenze a confronto. Un esercizio critico che parte dai docenti per continuare con gli studenti nel lavoro di scavo e raccolta di testimonianze sul valore e l'importanza dei diritti.

1938-2018: Ottantesimo delle leggi razziali in Italia > Gattatico, 11 e 12 Dicembre 2018

Corsi di formazione per docenti di ogni ordine e grado a.s. 2018-2019

1938-2018: Ottantesimo delle leggi razziali in Italia

MUSEO CERVI
SALA GENOEFFA COCCONI

presenterà i lavori Morena Vannini, Responsabile Sezione Didattica Istituto Cervi

11 Dicembre 2018, ore 15:00 – 18:00

Leggi razziali e scuola: documenti e immagini della fascistizzazione della didattica
a cura di Silvia Tirelli e Gabriella Gotti, Public Historians e Redazione Memorieincammino.it
con la testimonianza della prof.ssa Paola Vita Finzi

Partendo da una ricognizione archivistica di fonti, di testimonianze dirette, di luoghi cittadini della storia e della memoria, di strumenti e di esperienze didattiche, un momento di riflessione per mettere a confronto la scuola di oggi e quella dell’epoca fascista, in particolare nell’insegnamento della matematica, non immune dall’indottrinamento rigoroso.
Le leggi razziali saranno poste al centro della riflessione per comprendere e capire quale idea di uomo e cittadino sottendesse alla definizione di uno stato perfetto, di razza pura che ancora oggi, con enfasi, si ripresentano sulla scena pubblica. Un’esperienza attiva tra i diritti, le normative, le discriminazioni, utili ad un esame di coscienza collettivo che sta alla base della nostra democrazia.

Leggi razziali e musica: “1938: Musica Perseguitata”
a cura di Simonetta Heger, incaricata della Direzione per lo Spazio della Memoria “Federico Mompellio” – Conservatorio di Milano

Attraverso il linguaggio legislativo freddo del 1938, un linguaggio lontano dalle arti e dall’umanità, fu decretata con formalità burocratiche la persecuzione di persone, e non di atti, per la loro semplice colpa di appartenere a quella che il regime aveva definito “razza”. Il campo musicale fu uno dei tanti ambiti artistici che soffrirono a causa di questa e di tutte le leggi razziste. Musicisti, direttori e compositori si videro costretti ad abbandonare i loro ruoli. “1938: Musica perseguitata”è una rassegna per ripercorrere le composizioni di grandi autori ebrei la cui musica è sopravvissuta nonostante la cieca persecuzione fascista.

12 Dicembre 2018, ore 15:00 – 18:00

Leggi razziali e cinema
a cura di Antonella Ferraris, Docente e Ricercatrice presso ISRAL di Alessandria
con un contributo del prof. Giacomo Scarpelli, sceneggiatore e storico della filosofia

Saranno forniti elementi e linee guida per la scrittura e per la lettura dei film storici, con un focus particolare sulla storia contemporanea della prima metà del Novecento. Partendo dal lavoro di Luca Miniero, Sono Tornato, una carrellata di spezzoni metterà in luce le scelte stilistiche, la struttura narrativa, la metrica, i contenuti e i messaggi che, attraverso l’uso di vecchi e nuovi mezzi di comunicazione, vengono utilizzati per costruire figure di riferimento da proporre/imporre ad un popolo che diviene pubblico e viceversa, da bombardare quotidianamente a suon di propaganda, fino ad annebbiare senso critico e memoria storica. A supporto del lavoro verranno fornite bibliografie, sitografie, filmografie ragionate.

In corso di definizione la seconda relazione del pomeriggio

Il corso è aperto a tutti gli interessati: docenti, studenti, operatori della memoria e cittadini
L’iscrizione è aperta sino a venerdì 7 dicembre 2018
Il corso è attivo sulla piattaforma S.O.F.I.A. – Il codice identificativo è 23443

MODULO DI ISCRIZIONE

Per informazioni e iscrizioni:
Morena Vannini
tel 0522 678356
didattica@istitutocervi.it
www.istitutocervi.it

L’Istituto Alcide Cervi è accreditato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) come Ente per la formazione e l’aggiornamento del personale docente delle scuole di ogni ordine e grado 
sul territorio nazionale con prot. n.° AOODGPER. 6491 con decreto del 03/08/2011, accreditamento portato a conformità della Direttiva 170/2016 ed incluso negli elenchi degli Enti accreditati.
Rinnovata la firma del protocollo con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna con validità triennale a decorrere dal 09/07/2018 MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0013964.09-07-2018.
Pertanto la partecipazione è valida per la formazione e l’aggiornamento dei docenti di ogni ordine e grado.
Il seminario gratuito dispone dell’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio per il personale scolastico di ogni ordine di scuola.


Museo Cervi - Gattatico

SCUOLA DIFFUSA DELLA TERRA – EMILIO SERENI

Segnaliamo il seguente bando di formazione per giovani agricoltori:

La Scuola diffusa della Terra – Emilio Sereni è un progetto di formazione ecologica rivolto a giovani aspiranti agricoltori, che offre gli strumenti per mettere in pratica un modello agricolo ecologico volto alla sostenibilità e vicino ai ritmi naturali.
Ideata da Terra! insieme alla Nando and Elsa Peretti Foundation, la Scuola intende mettere in connessione i giovani con alcune piccole realtà agro-ecologiche, attraverso una formazione teorico-pratica e dei tirocini con indennità di partecipazione.
Un progetto ambizioso che vuole dare una risposta concreta ai tanti giovani disoccupati o inoccupati che in questi anni chiedono un aiuto per avvicinarsi all’agricoltura; allo stesso tempo si vuole sostenere un modello agro-ecologico, rispettoso dell’ambiente, della biodiversità e dei diritti sociali.
Tutte le fasi del processo formativo sono seguite da un coordinatore di progetto, un tutor, un comitato scientifico, personale esperto nella didattica teorica e pratica per quelle che saranno le discipline affrontate.

L’offerta formativa
In dettaglio verranno trattati argomenti quali:

– Variabilità genetica per preservare le caratteristiche del territorio;
– Metodologie innovative in agricoltura biologica, verso un equilibrio tra fertilità del suolo, biodiversità e necessità produttive;
– Efficienza ed uso delle risorse locali in agricoltura biologica;
– Benessere animale, redditività e conservazione di specie autoctone in via di estinzione;
– Permacultura, resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali;
– Multifunzionalità quale fattore di crescita e sviluppo di nuove redditività in azienda;
– Filiere agroalimentari, filiere corte e mercati di nicchia per un commercio sostenibile;
– Gestione economica aziendale, tenuta registri, sicurezza sul lavoro e contratti;
– Tecniche di marketing e comunicazione, ricerca fondi nazionali ed europei, fondazioni e network di finanziamento locale e internazionale.

Destinatari
Per la partecipazione al corso di formazione, saranno valutati i seguenti requisiti:

– Giovani maggiorenni fino a 40 anni compiuti, disoccupati o inoccupati, che hanno concluso un percorso di studi e intendono entrare o rientrare nel mercato del lavoro con l’acquisizione di nuove competenze;
– Aspiranti agricoltori, in possesso di un diploma di laurea o di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio inerente l’oggetto del corso di formazione;
– Coloro che, sin dalla presentazione della domanda di partecipazione, si impegnano per iscritto a manifestare la volontà di intraprendere il percorso di tirocinio, in caso di selezione ex-post percorso formativo teorico-pratico;
– Persone intraprendenti, tendenti all’innovazione e sensibili a tematiche ambientali quali i cambiamenti climatici, la deforestazione, la conservazione di specie autoctone in via di estinzione e i modelli di produzione agricola a filiera corta;
– Persone che in passato abbiano svolto attività di volontariato in associazioni ambientaliste o di categoria.
– Soggetti automuniti, in possesso di patente cat. B o superiore.

Periodo di svolgimento
– Teoria: 14-25 gennaio 2019, con il weekend 19/20 gennaio libero
– Pratica: 28 gennaio–08 febbraio 2019, con il weekend 02/03 febbraio libero
– Tirocinio: 18 febbraio 2019, inizio tirocini in azienda per 5 mesi

Luoghi, tempi e orari di svolgimento
Il corso di formazione teorico-pratico prevede un totale di 160 ore, mentre i tirocini si svolgeranno nell’arco di 5 mesi nelle aziende partner.
La formazione teorica avrà luogo a Firenze nella sede della Chiesa Avventista del 7° giornodalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00 (fine settimana esclusi), mentre la fase pratica e i successivi tirocini si svolgeranno presso le aziende partner del progetto con lo stesso orario summenzionato (fine settimana esclusi).

Ulteriori informazioni
I 20 giovani aspiranti agricoltori verranno scelti sulla base di un’attenta selezione iniziale ed in un secondo momento attraverso alcune interviste telefoniche o via Skype. Dopo una fase teorica di 10 giorni lavorativi a Firenze, i partecipanti verranno suddivisi in 4 gruppi di 5, per essere avviati alla parte pratica del corso (anch’essa della durata di 10 giorni lavorativi) nelle aziende partner del progetto.
Durante il processo formativo, ai partecipanti verrà richiesto di scrivere commenti e considerazioni in un diario on line appositamente dedicato alla Scuola. I percorsi si concluderanno con valutazioni in itinere e finali delle competenze acquisite e la distribuzione di un questionario di gradimento ai partecipanti.
Al termine della formazione pratica verrà rilasciato un attestato di partecipazione al corso, da parte di un ente di formazione accreditato.

Alla fine della fase teorico-pratica e dopo un’attenta analisi della capacità di lavoro manuale e di integrazione relazionale, per ciascuna azienda verrà selezionata una sola persona da avviare al tirocinio con relativa indennità di partecipazione (€ 800 lorde/mensili), che avrà durata di 5 mesi. Per 4 dei 20 partecipanti, sarà dunque possibile proseguire il percorso formativo in azienda. Alla fine del tirocinio verrà rilasciato un attestato di avvenuta formazione, da parte del centro per l’impiego di zona.

Costi
Ai selezionati della Scuola diffusa della Terra – Emilio Sereni verrà chiesto un contributo di € 150,00 da pagare entro 2 settimane dall’avviso, come compartecipazione alle spese logistico/organizzative. La quota è comprensiva di iscrizione all’associazione organizzatrice Terra! per l’anno solare in corso. Durante la fase di formazione teorica (a Firenze) e pratica (in una delle aziende partner) verrà garantito il pranzo a tutti i partecipanti, mentre l’alloggio verrà garantito ai soli non residenti; vitto e alloggio sono invece esclusi durante i fine settimana e durante il periodo di tirocinio.

Le domande
Per candidarsi è necessario compilare il formulario on line sul sito www.scuolaemiliosereni.itentro e non oltre il giorno 21/12/2018 compreso.

BANDO DA SCARICARE

SCHEDA ISCRIZIONE SCUOLA 

Per info
E-mail: scuolaemiliosereni@terraonlus.it
Cellulare: 3202766185

Obiettivi
La Scuola diffusa della Terra – Emilio Sereni si propone di:
– Formare giovani agricoltori orientati a lavorare in aziende che perseguono obiettivi di sostenibilità e modelli di sviluppo aziendale orientati alla conservazione della biodiversità, la multifunzionalità e la filiera corta;
– Formare giovani imprenditori agricoli con abilità non esclusivamente pratiche, ma anche imprenditoriali in senso stretto, con un occhio volto a fonti di sostentamento orientate alla progettualità e conoscenze legislative in materia;
– Sostenere le aziende partner del progetto formativo, con l’inserimento lavorativo di un tirocinante in ciascuna di esse.

Per approfondire
Scuola Diffusa della Terra – Emilio Sereni www.scuolaemiliosereni.it
Terra! www.terraonlus.it

-------------------------------------------------

A partire dal 1° novembre il Museo Cervi sarà aperto al pubblico con l'orario invernale

dal 1° novembre 2018 al 28 febbraio 2019

 MAR MERC GIO VEN -> ore 10:00 - 13:00
SAB DOM -> ore 10:00 - 17:00 (orario continuato)

Apertura nelle festività:
1° novembre 2018 - 8 dicembre 2018 - 26 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019
ore 10:00 - 17:00 (orario continuato)

Chiuso:
tutti i lunedì non festivi - 24, 25, 31 dicembre 2018 e 1° gennaio 2019

Ingresso 3 euro

--------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni
Istituto Cervi - Via Fratelli Cervi 9 - 42043 Gattatico (RE)
Email info@istitutocervi.it 
Tel 0522 477050 - www.istitutocervi.it



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2018-11-29 11:07:34
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-mercatini di natale dove e quando